Guido Zovico | Tessitore sociale
25
home,page-template-default,page,page-id-25,edgt-cpt-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,homa child-child-ver-1.0.0,homa-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Tessitore sociale. Ho coniato questa definizione perché non ne trovavo altre
per descrivere il mio mestiere. La mia vocazione.
Per me il lavoro è lo strumento per realizzare esperienze di vita. Un incontro con le persone, i loro obiettivi e i loro progetti.
Cerco di mettere insieme attorno a una “buona causa” le diverse componenti sociali, economiche e istituzionali.
Offro il mio contributo per stimolare visione e azioni concrete, incrociare risorse e competenze, individuare denominatori comuni. Favorire, così, l’evolversi di progetti collaborativi che mirano allo sviluppo di una comunità. Alla sua crescita sociale, culturale, economica.

Il mio lavoro di tessitura

Creare rete tra imprese, istituzioni, organizzazioni sociali.

Far convergere attorno a progetti di “buona comunità” le migliori esperienze di un territorio, le sue vocazioni, le persone, le imprese, le istituzioni pubbliche e private, le categorie economiche e l’ampia sfera delle realtà sociali.

Generare nuove opportunità di sviluppo territoriale.

Collaborare per generare una nuova qualità di sviluppo fondato sull’economia civile, sulla valorizzazione delle risorse umane, di relazione, ambientali, artistiche e del paesaggio. Uno sviluppo capace di trasformare un territorio in un luogo di umanesimo, bellezza, creatività, intelligenza, innovazione, passione.

separatore
guido-zovico-principi

I principi del buon tessitore

Mettere l’accento sulle “buone” imprese

Vivere dentro le esperienze ed elevare il loro nobile scopo.
È questa la mia missione di vita, prima ancora che professionale.
Il mio mestiere è fare in modo che ogni contesto economico, sociale e culturale possa esprimere il suo accento particolare. La sua unicità e specificità.
Mettere l’accento significa fare emergere le potenzialità di un progetto, contribuendo a realizzarlo. Una bella sfida che mi piace affrontare ogni volta in modo diverso. E che per me vuol dire fare “buona” impresa.
La crescita di un’esperienza buona e giusta, infatti, genera il bene: nelle persone (#vita), nella società (#comunità), nel paesaggio (#bellezza), nell’economia (#sviluppo).

Dare valore al tessuto sociale

Credo ai progetti che danno valore alle persone e arricchiscono le comunità.
Per questo opero per far crescere le diverse realtà con cui collaboro in un rapporto armonioso e virtuoso con il territorio e con chi lo abita, per un futuro eco-sostenibile.
Sono convinto che un buon progetto è quello che dà vita a esperienze significative, di reale impatto sociale, basate su valori umani importanti e riconosciuti da tutta la comunità

separatore

Il mio mestiere: un intreccio
di competenze, idee, esperienze.

Un impegno concreto per ciò in cui credo

Il mio è un saper fare, imparato nel tempo…
›› leggi tutto

Il mio mestiere “non è”.

Perché il mio mestiere è una somma-di-mestieri…
›› leggi tutto

Le competenze: cresciute nelle esperienze vissute

Le competenze che ho sviluppato sono il frutto
di molte esperienze significative…
›› leggi tutto

separatore

I fili della mia storia.
Per tessere quelli del mio futuro.

 

work in progress

separatore

Pensieri appesi a un filo conduttore

Tante volte, attorno a un’idea, a un progetto, si cuce un pensiero… sgorgato da ciò che si è vissuto, dalle impressioni assorbite dalle persone incontrate, dalle riflessioni meditate. Così gli argomenti si intrecciano e si completano nel corso del tempo. Per poi, a un certo punto, trovare esigenza di essere scritti.

Un modo, questo dello scrivere, per mettere un punto fermo, e anche per lasciare maggiore spazio alla memoria per riannodare nuovi fili conduttori.

Un modo, infine, per conoscerci meglio.

separatore

Contatti

Guido Zovico

Via De Pieri, 4

36100 Vicenza

345.7725366

scrivi@guidozovico.it

skype guidozovico

facebook Guido Zovico – Tessitore sociale

linkedin Guido Zovico

Crediti

Questo mio raccontarmi è stato intessuto anche grazie a:
Alice Walczer Baldinazzo (illustrazioni), Pierangelo Baraldo (foto), Nicola Gonella e Lorenzo Venturini (web e social), Daniele Sbalchiero (parole) e con lo sprono iniziale di Andrea Pozzan.

In realtà ci sono molte altre persone che fanno parte di questa storia, dove non conta solo l’ultima “pagina”, e il mio grazie va anche a loro.

Le amicizie, sono sempre molto ricche quando sono vere e non si riprendono ciò che ti hanno dato.

© Guido Zovico – Gennaio 2017 – Tutti i contenuti sono riservati